L’emoglobina bassa può avere vari sintomi e cause. Ma cos’è e di cosa si tratta? Per prima cosa, l’emoglobina ha come funzione quella di portare l’ossigeno a tutte le cellule dell’organismo. Il valore basso varia in base all’età e il sesso.

Nell’uomo il valore è basso quando è sotto ai 12 g/dl e nella donna sotto gli 11 g/dl. Ovviamente la cosa può variare sia in base alle analisi effettuate, sia ad alcune caratteristiche personali. Per questo motivo è da evitare l’auto-lettura e affidarsi invece a quella del proprio medico curante. Nei bambini l’emoglobina bassa si manifesta quando è sotto ai 10 g/dl.

I sintomi che provocano l’abbassamento dell’emoglobina nel sangue possono essere vari. Sono comunque dovuti dal fatto che vi è una carenza all’interno di organi e tessuti. Tra i sintomi dell’emoglobina bassa più comuni troviamo:

  • Senso di stanchezza
  • Senso di debolezza
  • Tachicardia a causa della carenza di ossigeno verso il cuore, esso si troverà quindi a dover aumentare la sua frequenza.
  • Vertigine e mal di testa causati dal poco ossigeno che arriva al cervello.

Possono esservi anche delle conseguenze gravi, ma per fortuna sono molto rare. Ad esempio infarto o insufficienza cardiaca.

Per quanto riguarda le cause invece sono numerose. Non sempre però l’emoglobina bassa è collegata a una patologia. Gli sportivi infatti possono soffrirne dopo un allenamento o una gara molto intensa. Le donne in dolce attesa o nel periodo mestruale possono soffrirne particolarmente, chi segue una dieta vegana o vegetariana.

Altre volte può derivare dal fatto che una persona è stata da poco sottoposta a un intervento chirurgico, stia seguendo terapie antitumorali o semplicmente può dipendere dall’età. L’emoglobina bassa infine può essere provocata da patologie, come ad esempio problemi che riguardano il sangue o i reni, le infezioni o problemi della ghiandola tiroidea.

notizia dal sito http://www.donnabeauty.it/emoglobina-bassa/1220